A intervalli regolari anche in Ticino torna la notizia che il Bitcoin potrebbe presto affermarsi come la nuova moneta digitale globale.

In particolare, a colpire questa volta è la cronaca locale che pone al centro dell’attenzione la  ditta Ticinese naufragata in un fallimento a seguito della mancata promessa di creazione di “bitcoin made in Ticino”.

È una fase “down” della tecnologia ampiamente usata con successo nel Deep Web, oppure è l’inizio di un nuovo un mercato aggressivo e competitivo in forte espansione da tenere lontano dalla finanza?

Un approfondimento per il settimanale il Caffè, curato da Mauro Spegnesi, con un mio contributo sul tema in qualità di esperto di informatica forense e responsabile del Laboratorio di informatica forense SUPSI.

  • Per leggere l’intervista clicca qui.