Un tema di grande attualità che riguarda le numerose vittime dei malware che in questi giorni stanno colpendo molte persone e aziende della Svizzera italiana. Ramsonware è un virus informatico che potrebbe colpire tutti, questo malware cripta i documenti sul nostro computer e chiede di pagare un riscatto per rientrare in possesso dei propri dati.

Essere “infettati” è relativamente facile, il virus viene trasmesso tramite l’allegato di un’e-mail che può arrivare anche dall’indirizzo di un amico o conoscente.

Il problema principale legato a questo tipo di attacco informatico è che non ci sono ancora software di decriptaggio, quindi se non si paga il riscatto il rischio di non recuperare i dati è alto.

Per contro, se si decide di pagarlo si entra potenzialmente in una sorta di lista clienti “preferiti” paganti e ogni volta che ci sarà un nuovo attacco è probabile che ci venga inviato.

  • Intervista per il Quotidiano della Radiotelevisione svizzera – RSI – in collaborazione con il Commissario Capo Enea Filippini, Responsabile del Gruppo criminalità informatica della Polizia cantonale. Per rivedere il servizio clicca qui – dal minuto 9:00