Torna con prepotenza il tema cyberbullismo-privacy ai tempi di Internet, a seguito del suicidio di Tiziana Cantone. La ragazza dopo aver scoperto in Rete i video dei suoi rapporti sessuali è stata fortemente giudicata, insultata, derisa e isolata, a tal punto da togliersi la vita.

Un tema delicato e complesso, che pone al centro della discussione una domanda: sui social network è giusto metterci la faccia?

Il telefono cellulare di Tiziana è stato analizzato tecnicamente dagli esperti forensi, che hanno trovato le tracce digitali necessarie utili per comprendere meglio le dinamiche emotive che hanno spinto tiziana a compiere quel folle gesto.

  • Intervista per il settimanale Il Caffé, per leggerla clicca qui.