Quando sentiamo parlare di Deep e Dark Web di che cosa si parla?

Sempre più si parla del Deep Web confondendolo di fatto con la sua parte più oscura, il Dark Web. Il primo è il mondo nascosto in cui si naviga con strumenti come TOR, mentre il secondo è una parte del primo di carattere pericoloso per i contenuti che offre.

Se metaforicamente possiamo ricondurre il Deep Web a una grande montagna sommersa in cui a Google non è dato di entrare, il Dark Web potrebbe raffigurare uno dei suoi infiniti sentieri, oscuro e poco raccomandabile.

Un approfindimento per la trasmissione Millevoci della Radiotelevisione svizzera – RSI – curato da Rossana Maspero, in cui spiego la differenza tra i due mondi, con riflessioni più ampie e immaginando un tempo non troppo lontano in cui il Deep Web, per le sue caratteristiche tecniche, potrebbe diventare un luogo frequentatissimo da tutti coloro che nel mondo dovranno salvaguardare la propria libertà di espressione.

Ecco quindi un viaggio profondo e interdisciplinare nei meandri del Deep e del Dark Web, mettendo ordine a un contesto intricato ma tecnicamente molto affascinante.

  • Riascolta la trasmissione, cliccando qui.