Digitale o Ignorante?

Digitale o Ignorante?

Un titolo particolare e controverso che trova forma nei contenuti espressi nel libro che ho scritto nel 2010, in nessun modo offensivo, ma ricco di esperienze che ho annotato per trattare il tema dei nativi e dei migranti digitali. Digitale o Ignorante?

Un modo diverso per misurare le proprie conoscenze, partendo dal presupposto che siamo un po’ tutti digitali e allo stesso tempo un po’ ignoranti.

Un ricambio generazionale imposto dall’inesorabile scorrere del tempo, pone agli estremi del cavo due categorie di utenti: i nativi e i migranti digitali. Coloro che nascono con le nuove tecnologie e coloro che, al contrario, devono correre per stare al passo con i tempi.

Di seguito alcuni passaggi del libro.

(…) Nonostante l’avanzare della tecnologia, c’è ancora chi non si arrende all’idea che un giorno, non troppo lontano, parleremo la stessa lingua, mangeremo gli stessi frutti e soffriremo delle stesse malattie; poco importa che siano virtuali o reali, ciò che conta è la silenziosa credibilità che noi tutti stiamo regalando a strumenti come il famigerato motore di ricerca. Nessuno oggi è più credibile di lui, e nessuno ne può fare a meno. Professori, ricercatori, turisti, curiosi e giornalisti: il primo strumento usato per reperire notizie è proprio lui, l’angelo custode virtuale.

(…) Senza sborsare il becco di un quattrino, ci consente di usare i suoi fantastici servizi per esplorare le montagne più alte e gli abissi più profondi. Oggi più di ieri, non deve spaventare il pensiero che gli addetti ai lavori possano leggere le e-mail altrui, piuttosto bisogna rendersi conto che, ricerca dopo ricerca, stiamo svelando ingenuamente a Mister Google i nostri desideri, le nostre preferenze e tutto ciò che ci incuriosisce. Lo stiamo arricchendo delle nostre più personali confidenze. Basta un click, e lui ipoteca la ricerca e sorride nel vedere l’utente soddisfatto dei risultati proposti, e chi se ne frega che siano veri o falsi, l’importante è averli subito, senza fatica e gratuitamente.

Se sei curioso di leggere tutto il libro scrivimi, oppure richiedilo ad Amazon.


Hai domande? Scrivimi