ticino cyber sicuro

Ticino Cyber Sicuro

Il Consiglio di Stato del Cantone Ticino nomina un gruppo strategico di riferimento in ambito sicurezza informatica (cybersecurity).

Dopo la nomina a livello nazionale di Mister Cyber, figura di riferimento per il Consiglio federale in ambito cyber, nasce la necessità di creare a livello regionale dei gruppi di lavoro riconosciuti a livello istituzionale per il coordinamento delle attività legate alla sicurezza informatica.

A febbraio del 2020 il Consiglio di Stato del Cantone Ticino crea ufficialmente il Gruppo Cyber Sicuro con i seguenti obiettivi strategici:

  • Essere il punto di riferimento e di contatto cantonale per il Consiglio di Stato, gli enti pubblici, le aziende, la popolazione, le associazioni di categoria e i media;
  • Coordinare l’attività dei vari attori istituzionaliAnalizzare i rischi e le minacce per il nostro territorio;
  • Fornire consulenza e supporto al Consiglio di Stato;
  • Elaborare contenuti informativi e di prevenzione;
  • Fungere da vettore aggregante in ambito di sicurezza informatica;
  • Organizzare eventi istituzionali e attività informative;
  • Sostenere e promuovere iniziative di terzi di comprovata autorevolezza e valore scientifico .

Il Gruppo non fornisce supporto tecnico specifico (sportello) per la risoluzione di problemi tecnici (assistenza).

Le collaborazioni

Ticino Cyber Sicuro è un progetto che coinvolge tre Dipartimenti istituzionali:

  • Il Dipartimento delle istituzioni, guidato dall’On. Normal Gobbi;
  • Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport; guidato dall’On. Manuele Bertoli;
  • Il Dipartimento finanze ed economia, guidato dall’On. Christian Vitta.

I membri del Gruppo

Con grande piacere faccio parte del gruppo in rappresentanza del Dipartimento tecnologie innovative della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI), per tutto ciò che sono le competenze scientifiche riguardanti la cybersecurity e la digital forensics.

Con me fanno parte:

  • Luca Filippini, Segretario Generale del Dipartimento delle istituzioni del Canton Ticino (Coordinatore);
  • Daniele Parenti, Direttore del Centro di risorse didattiche e digitali del Cantone Ticino (DECS);
  • Orlando Gnosca, capitano della Polizia cantonale.
  • Silvano Petrini, Direttore del Centro Sistemi Informativi del Cantone Ticino;

Il sito ufficiale di riferimento è: www.cybersicuro.ch

La cerimonia di presentazione

Il 21 febbraio 2020 si è tenuta la cerimonia ufficiale di presentazione del progetto Cyber Sicuro, presso la Sala stampa del Palazzo delle Orsoline di Bellinzona.

Nella foto seguente il momento della conferenza stampa, da sinistra:

Alessandro Trivilini, SUPSI; On. Emanuele Bertoli, Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS); On. Christian Vitta, Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE); On. Norman Gobbi, Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento delle Istituzioni (DI); Luca Filippini, Segretario Generale del Dipartimento delle Istituzioni.

ticino cyber sicuro

La rassegna stampa

La trasmissione Il Quotidiano  della Radiotelevisione svizzera – RSI – ha dedicato un approfondimento al lancio del progetto Cyber Sicuro con le interviste dei tre Ministri coinvolti, del Segretario Generale e del sottoscritto in studio.

cyber sicuro

Rivedi la puntata andata in onda venerdì 21 febbraio 2020.

Riascolta la mia intervista andata in onda nelle “Cronache della Svizzera italiana” della Radiotelevisione svizzera – RSI.


Eventi e attività

Di seguito gli eventi e le attività organizzate dal Gruppo Cyber Sicuro, con la partecipazione di ospiti illustri del campo scientifico e imprenditoriale, che ho avuto il piacere di condurre.


Viaggio intervista con Giuseppe Amato

» Data: Maggio 2020

» Argomento: Riconoscimentio facciale e sicurezza

» Ospite: Ing. Giuseppe Amato, responsabile del Gruppo di ricerca Artificial Intelligence and Multimedia Information Retrieval (AIMIR) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (CNR).

Riconoscimento facciale e controllo della distanza sociale post epidemia. È questo il titolo di un viaggio intervista che ho avuto il piacere di codurre, andato in onda sulla piattaforma Microsoft Teams e organizzata dal Gruppo Cyber Sicuro del Cantone Ticino.

Lo sviluppo degli algoritmi per il riconoscimento facciale ha raggiunto una maturità tale da poter essere adottato e implementato sia negli smartphone di ultima generazione, sia negli impianti smart per videosorveglianza e in altri dispositivi di uso comune. L’arrivo del COVID-19 ha messo in prima linea le soluzioni di analisi visuale per il riconoscimento facciale del volto di una persona quando indossa una mascherina di protezione.

» Guarda il viaggio intervista


Viaggio intervista con Gerardo Costabile

» Data: Luglio 2020

» Argomento: Cybersecurity aziendale

» Ospite: Dott. Gerardo Costabile, CEO DeepCyber e Membro del New York Electronic Crime Task Force (NYECTF) dell’United States Secret Service.

Di fronte a un crescente numero di attacchi informatici è opportuno per le aziende, per le industrie e per le pubbliche amministrazioni capire i punti tecnici fragili su cui investire, in modo mirato e proporzionale.

A livello europeo le continue regolamentazioni sulla trattazione dei dati e sulle buone pratiche per la messa in sicurezza delle infrastrutture critiche impongono alle aziende e alle pubbliche amministrazioni nuove regole da seguire per la prevenzione e la gestione dei rischi cyber. La Svizzera, dal canto suo, sta scrivendo la nuova legge sulla protezione dei dati (LPD), quale elemento chiave per dare avvio alla costruzione delle nuove regolamentazioni e linee guida per la gestione della cybersecurity all’interno del perimetro nazionale e cantonale.

» Guarda il viaggio intervista


Intervista all’On. Norman Gobbi

» Data: Luglio 2020

» Argomento: Applicazione SwissCovid, a che punto siamo?

» Ospite: On. Norman Gobbi, Presidente del Consiglio di Stato e Direttore del Dipartimento delle Istituzioni.

Diamo a SwissCovid l’opportunità di salvaguardare la nostra salute e la nostra sicurezza. Con l’avvicinarsi dell’autunno è importante fotografare la situazione per fare un passo avanti e avvicinare i cittadini che ancora non hanno scaricato l’App sul proprio smartphone.

Il punto di vista di Norman Gobbi, Direttore del Dipartimento delle istituzioni, che in modo pragmatico si rivolge alle persone anziane, ai cittadini ancora scettici, a che teme che sia un’applicazione spia, ai superficiali e agli imprenditori. La fiducia verso SwissCovid non si impone ma si conquista, giorno dopo giorno. E per farlo serve un gioco di squadra senza precedenti.

» Guarda il viaggio intervista


Hai domande? Scrivimi