Una vertenza legale che farà storia. Parliamo dello scontro giuridico, duro e frontale, tra la Apple e l’FBI, ossia tra il colosso informatico di Cupertino e la giustizia americana. Lo scontro, è quasi certo, approderà davanti alla Corte suprema degli Stati Uniti.

Il nocciolo della contesa è la criptazione delle comunicazioni e dei dati privati che i cittadini conservano sui propri telefoni cellulari o depositano negli archivi di dati online.

Da anni la Polizia federale statunitense (FBI) lamenta l’impossibilità di poter accedere a questi dati, in funzione della sicurezza del Paese, per sventare attentati terroristici e arrestarne gli autori.

Ne ha parlato la trasmissione radiofonica “Modem” della Radiotelevosione svizzera – RSI – con un approfindimento, condotto da Franco Cristini.

  • Per riascoltare la trasmissione clicca qui.