Un annuncio da parte di MELANI, la Centrale Svizzera d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione, ha destato preoccupazione tra gli utenti per il fatto che una lunga lista composta da 21‘000 dati d’accesso (login e password) sono stati violati e che presto potrebbero venir utilizzati a fini illegittimi.

Il problema del furto di dati sensibili è sempre più frequente. In molti si pongono il problema su quale potrebbe essere una password sicura, senza porsi la domanda opposta: cosa dobbiamo fare noi, come utenti, per mantenere la nostra password maggiormente sicura nel tempo.

Partendo dal presupposto che una password sicura al 100% non esiste, bisogna porsi in condizione di autodifesa, adottando continuamente un atteggiamento prudente e consapevole.

Per esempio, trovando un buon compromesso tra frequenza di cambiamento della password (evitando di averna una uguale per tutti i servizi web) e la sua complessità.

  • Intervista per il TG Talk di Teleticino, condotto da Sacha Dalcol. Per rivedere la puntata clicca qui – dal minuto 22:09