A partire dal 1 settembre 2017 entra in vigore la legge federale sulle attività informative (LAIn) votata il 25 settembre del 2016. Una legge che regola i compiti del Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) in materia di intercettazioni dati.

In particolare, con questa legge i servizi segreti svizzeri, in caso di forte sospetto, potranno sorvegliare il comportamento di persone ritenute a rischio o pericolose, secondo il principio di proporzionalità.

Per esempio, potranno ascoltare le conversazioni telefoniche, mettere sotto ascolto spazi privati, mettere sotto sorveglianza la rete internet e le applicazioni per la comunicazione e iniettare trojan di stato (captatori informatici) all’interno di dispositivi elettronici della persona sospetta.

Un modus opernadi nuovo finalizzato a incrementare la sicurezza dei cittadini e delle infratrutture critiche nazionali.

  • Intervista per il TG della Notte della Radiotelevisione svizzera – RSI. Per rivedere la puntata clicca qui – dal minuto 10:00