lato oscuro della rete

Il lato oscuro della rete

Sempre più si parla di lato oscuro della rete, ossia del Deep Web e Dark Web, con tutte le loro caratteristiche oscure.

Un ottimo servizio/inchiesta sul tema realizzato da Jona Pixel Mantovan e Ludovico Camposampiero, giornalisti della Radiotelevisione svizzera – RSI – che mira a fare chiarezza tra i due contesti e le dinamiche che li contraddistinguono.

Esiste un luogo, nella Grande Rete, dove si dice sia possibile trovare di tutto: dalla droga alle armi di ogni tipo, dai soldi falsi alle carte di credito clonate. È il lato oscuro della rete, fatto di migliaia di siti nascosti, non indicizzati, ai quali si accede in maniera criptata per poi rimbalzare tra le pagine senza essere scoperti. Dark Web è il suo nome.

Non occorre essere hacker per esplorare gli abissi di Internet. Bastano un PC, un programma ad hoc scaricabile gratuitamente (TOR ad esempio), un buon antivirus e il gioco è fatto. Noi ci abbiamo provato. Il risultato è stato sorprendente.

  • Per rivedere il servizio della Radiotelevisione svizzera – RSI – clicca qui.
  • Servizio sul tema del Radiogiornale della Radiotelevisione svizzera – RSI – curato da Daniela Giannini, con una mia intervista sul tema. Per ascoltarlo clicca qui.

Rimani aggiornato:

Iscriviti alla mia newsletter.